Home » IL LINGUAGGIO DELLA MENTE

IL LINGUAGGIO DELLA MENTE

Alla scoperta del linguaggio della mente

 

Il linguaggio della mente

 

Se desidero comunicare con facilità in una nazione che non è la mia e sfruttare appieno le opportunità che offre è necessario conoscere la lingua del posto.
Se voglio sprigionare le potenzialità del mio cervello è indispensabile conoscere il linguaggio ufficiale della mente.

Senza addentrarmi in discorsi psicologici o biologici, basta un semplice esempio per comprendere subito qual è il modo con cui la mente comunica.

Io pronuncio la parola treno e subito la mia mente visualizza un treno, forse quello che prendo di solito per andare al lavoro o a scuola; io pronuncio la parola scuola e la mia mente visualizza immediatamente l’immagine della scuola che si trova di fronte a casa mia o forse quella che ho frequentato da piccolo.
In nessun caso la mente visualizzerà una serie di lettere o parole perché tutto viene decodificato in immagini.
Ed è proprio questa la grande semplice scoperta: il linguaggio del cervello sono le immagini.

Pertanto risulta ovvio dedurre che utilizzando le immagini e con esse le associazioni di immagini accompagnate dalla componente emozionale avrò a disposizione i tre ingredienti fondamentali della ricetta chiamata memorizzazione facile.

Quindi di conseguenza più mi concentrerò sul potere della visualizzazione più facile sarà per me capire come migliorare la memoria
Faccio un esempio semplice, ma reale.

Se ti chiedessi cosa ti succede quando sogni di essere inseguito da qualcuno che ti vuole far del male e poi ti svegli di soprassalto, cosa mi risponderesti?
Quasi certamente mi diresti che avverti che il cuore ti batte più forte del solito o forse ti senti fiacco come se tutto fosse stato reale.

La notizia che potrebbe apparire strana, ma che invece rispecchia la realtà è che per la mente umana “era tutto reale”.

Il cervello non distingue perfettamente l’immaginazione dalla realtà e quando visualizziamo qualcosa intensamente (come in un sogno) utilizzando tutti e cinque i sensi (vista, udito, tatto, gusto olfatto) si innescano tutte le reazioni emozionali che avvertiremmo se fosse stato tutto reale.

Un piccolo test ti confermerà quanto appena sottolineato e ti  servirà a comprendere che anche da svegli e vigili il processo è identico.

Immagina di essere a metà giornata, intorno alle ore 11.
Avverti un po’ di fame.
Nel cesto della frutta c’è un kiwi.

Lo osservi bene. La buccia che colore ha?
Quali sono le dimensioni?
É piccolo o grande?
La forma è più tonda o più ovale?
Osservalo bene come se lo volessi disegnare.

Adesso prendilo fra le mani.
La buccia è liscia o ruvida?
Il frutto è morbido o duro?
Immagina che lo passi da una mano all’altra.
Cerca di avvertire col tatto la sensazione che la pelle del kiwi ha fra le tue mani.

A questo punto puliscilo e avvicinalo al tuo naso.
Odora il profumo che emana.
È intenso, molto forte. E’ un invito ad addentarlo.
Ne tagli un pezzo e lo mangi, poi un altro e un altro ancora.
Che gusto ha?
É molto dolce o agre?

Purtroppo sul più bello ti cade dalle mani e va per terra.
Che suono hai sentito?
Essendo morbido e piccolo, il rumore che ha fatto toccando il pavimento è stato impercettibile, ma sei riuscito a sentirlo?

Se hai svolto bene questo semplice test, che ho voluto appositamente esasperare, noterai che la tua salivazione è leggermente aumentata.
Questo è successo perché immaginare attraverso i 5 sensi di consumare quel frutto ha fatto vivere alla tua mente una realtà anziché una finzione.

Questa importante verità ci aiuta a comprendere come ai fini della memorizzazione e dell’apprendimento in generale diventa fondamentale imparare a visualizzare intensamente le immagini che creiamo insieme alle loro varie associazioni.

Più interiorizzeremo l’immagine vivendola attraverso i nostri cinque sensi più la collocheremo nella memoria a lungo termine.
La conoscenza e l’applicazione delle tecniche di memoria completeranno poi il percorso che porterà a ricordare quella specifica informazione associata in maniera creativa a quella corrispondente visualizzazione.

Ritorna alla Home Page

 

memoria e apprendimento 2

 

CORSO DI MEMORIA E APPRENDIMENTO VELOCE – Imparare è arte

memoria e apprendimento

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *